Arte e collezioni

Quando si decise di partire col restauro, ci accorgemmo che non molto era rimasto dell’arredo originario dell’Antico Caffè Poliziano. L’insegna esterna, gli stucchi sulle pareti e i soffitti, le grandi vetrate, le porte e le finestre. Poco d’altro. Più preziosi di tutti, però, anche i ricordi di alcuni tra i più vecchi clienti.

Partendo appunto da questi abbiamo tentato di ricostruire, il più fedelmente possibile, l’ambiente dell’Antico Caffè Poliziano quale doveva essere agli inizi del secolo scorso.

I pavimenti sono stati ridisegnati e montati con materiali costruiti pezzo per pezzo artigianalmente, la carta da parati, ordinata in Inghilterra, è la riproduzione di un tema originale di Morris, le lampade sono frutto di un anno di paziente e ostinata ricerca tra i vari mercatini e gli antiquari di Roma, Firenze e Napoli, i mobili e le vetrine sono anch’essi degli originali di fine ‘800 o liberty.

Se insomma l’Antico Caffè Poliziano non era esattamente come appare oggi, vogliamo credere di aver lavorato tanto perché sia comunque, anche oggi, il più vicino possibile a quello che, ai suoi inizi, era stato il “Caffè Grande” di Montepulciano.