La storia dell'antico caffè

primieramente si beve un caffè che merita veramente il nome di caffè: caffè vero, verissimo di Levante …che chiunque lo prova, quand’anche fosse l’uomo…. Il più plumbeo della terra, bisogna che per necessità si risvegli e almeno per mezz’ora diventi uomo ragionevole…; in essa bottega chi vuol leggere trova sempre i fogli, le “Novelle Politiche”… l’’’Estratto della Letteratura Europea”…; in essa bottega, per fine, si radunano alcuni uomini, altri ragionevoli, altri irragionevoli, si discorre, si parla, si scherza, si sta sul serio…

Pietro Verri, giugno 1764

Tutta la nostra storia
Una sfida e un sogno

È il 1991 quando, Marisa Bernini e Claudio Borgoni conoscono l’allora Sindaco di Montepulciano Giuliano Olivieri che gli parla dell’Antico Caffè Poliziano, dal 1868 punto d’incontro dell’intellighenzia locale per oltre un secolo, poi decaduto negli anni ’70 e definitamene chiuso nel 1990.

Una sfida e un sogno: ristrutturare e riaprire gli storici spazi, riportarli agli antichi splendori, tornare ad essere ‘Caffè Letterario’, fucina di idee e attività e orgoglio dei cittadini poliziani. Con l’aiuto di Giulio Caporali, proprietario dell’azienda vitivinicola Valdipiatta, la scommessa è accettata e vinta.

L’amicizia di Marisa e Claudio è nata durante gli studi, alla Facoltà di Sociologia dell’Università La Sapienza di Roma, ad un corso di cinema del professor Mario Verdone. Si scoprono due anime amanti della cultura, del bello e delle emozioni, che cominciano a realizzare insieme dei progetti artistici. Si tratta, allora, di pièces teatrali e di cortometraggi cinematografici, mentre Marisa continua il suo lavoro di responsabile del settore audiovisivi di un Ente Pubblico e Claudio studia e si occupa di regia teatrale.

Ma l’occasione per dare maggiore concretezza e spessore a quello che negli anni continuano a progettare insieme si presenta a Montepulciano. C’è la possibilità e la volontà di creare eventi culturali in una Città che ha dalla sua la Storia, disponibile a rispondere ai nuovi progetti, e pronta ad accettare le idee di chi ha fantasia.

Marisa e Claudio continuano a gestire con passione il Caffè, che da molti anni è anche ristorante, ed è luogo di mostre, incontri di poesia, concerti ed eventi culturali.